CLICK HERE FOR THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES »

sabato 13 febbraio 2010

Da quando è arrivata la primavera

Allora, inizio io...
...era primavera e la Pina era magnifica e discretamente sbronza, ma entrambe le cose sono abbastanza consuete da non aver bisogno di essere sottolineate.
Si era ad una delle magnifiche feste del Presidio (la tanto amata ex residenza regale della Pina), presidio tanto affollato e impiastricciato di sangria e ginlemon da risultare piu' vicino ad un girone dantesco che ad un appartamento di pacifici e mansueti studenti fuorisede.

Insomma era un delirio, cari bambini.

Per dire...consultando la rassegna stampa dell'epoca, ecco cosa vi recupero:
"Bertolaso ci ha recentemente comunicato che la gestione della situazione non era adeguata, la questura che eravamo tre gatti e il pd che comunque anche se eravamo tanti questo non era un buon motivo per sfottere i dirimpettai...il Commesso Viaggiatore invece ha calcolato i presenti-tutti censiti con post-it dalla sottoscritta-in numero di cento, centoventi, basandosi sul famoso algoritmo di fernet."
Giá detto che era un delirio?
Beh, era un delirio anche nel mio piccolo e casto cuoricino in quel periodo.

Per cui, quando a mezzanotte, sprovvista di scarpetta regolamentare e pure di cavallo bianco e quindi ASSOLUTAMENTE NON A NORMA, ha fatto il suo ingresso stortignaccolo e splendente la falegnocca, cosa puo' essere successo?
Dite che nel casino generale non l'ho manco cagata?
Che ci ho fatto due chiacchiere di striscio sbiascicando?
O che invece,pur non avendola mai vista, il delfino mi avesse piazzata proprio di fronte alla porta mentre varcava la soglia di casa?

Chi ha votato per l'opzione tre ha appena vinto un orsacchiotto di ghisa, gusto fragola.
Esatto, io le ho aperto la porta, magnifica come solo io posso essere dopo 4 ore di danze e bicchieri, e appena si è levata sciarpa e cappello...SBADABAM!la nostra è capitolata, come la piu' sbarba delle lontre da latte, manco fosse la prima donna che vedeva.
Tzè.
In preda ad un raptus- o forse un lapis- di origine sconosciuta pare che abbia sfoderato al massimo la mia tecnica oratoria e l'abbia stordita di chiacchiere e vino e che ben presto la Falegnocca sia caduta ai miei piedi, fors'anche grazie all'aiuto dell' Uomo Leccafaccia, che ha cercato di accoppiarci appena ci ha viste,con ripetuti incitamenti al limone selvaggio.
Ricordo che la Falegnocca ha risposto "Grazie mille ma facciamo da sole, ecco"

Probabilmente di fronte a questa dimostrazione di fermezza e audacia il mio cervello s'è fritto del tutto.

Ci emme qu, qualche minuto dopo, complice il terrazzo, abbiamo effettivamente fatto da sole (ohilá che pensate, si parla di un casto bacio)
E poi abbiamo continuato da sole direi, ecco.
E ho imparato un sacco di cose, fatto un sacco di viaggi, mentali e non, e pian piano le mie seghe mentali stanno diventando saghe, il che, vi dirò, mi pare molto bello.

E in confidenza un'altra cosa ve la voglio raccontare: che non avrei mai pensato di trovare qualcuno che pur riconoscendo e apprezzando pazzescamente quello che sono, avesse anche la lucidità di riconoscere il fatto che a volte sono molto simile ad una bambina che gioca con la lente d'ingrandimento e le formiche.
E che questa lucidità la usasse per guardarmi sorridendo, invece di scappare a gambe levate.

Nella prossima puntata, LaGina e D'artagnan!

Buona domenica a tutti voi!

4 commenti:

Ma|Be ha detto...

ohhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh....
*_* ohhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!
ma.. ma..
ohhhhhhhhhhhhhhhhhhh...........
non ho parole...
ohhhhhhhhhhhhhhhhh.....

P.S.: OHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!

LaGina ha detto...

blblblblblblblbl .... come al solito mi batti sui tempi! Domani io e D'Artagnan andiamo a Venezia a fare i gangster

Valentina ha detto...

Ebbrava LaPina!

Marta ha detto...

forse psicomania e basta!!